FATHERSNAKE ON THE ROAD

Blog di corsa, ma non solo, di un runner per metà rocker e per metà podista.

venerdì 2 luglio 2010

I sette pilastri della Father - Corsa

Estratto dal mio libro di prossima pubblicazione: "Come diventare un podista di quelli  che riescono a scendere sotto i 4  minuti al chilometro almeno entro maggio del 2030" pubblico di seguito una parte del capitolo 1
"Regole base della father corsa ".


"Dopo diversi tentativi messi in atto in gare precedenti : partenze in sgommata, partenze medie, rallentamenti improvvisi a rischio tamponamento, tratti di gara fatti in motorino, ho finalmente messo a punto le regole per ottenere un tempo accettabile senza fare eccessiva fatica.
Regola uno:
Informarsi prima sulle caratteristiche del percorso. Questo per evitare la sgradevole sorpresa di trovarsi improvvisamente di fronte una salita alpina al 27% quanco invece ci si aspettava, dietro una curva a gomito, un piattissimo tratto asfaltato lungo una spiaggia, magari ombreggiato da palme da datteri.
Regola due:
Mai partire sparato facendosi condizionare dall'euforia della partenza. Mettere in atto invece una leggera progressione cercando di non superare i propri ritmi standard (almeno non all'inizio della gara)
Regola tre:
Rendere regolare il ritmo, senza scatti improvvisi,  perchè a differenza che nel ciclismo (ma và?) non si può recuperare in seguito stando a ruota di qualche podista, per largo che sia.
Regola quattro:
In salita, pur rallentando mantenere la cadenza delle falcate magari accorciandole. Se possibile non camminare ma corricchiare, perchè quando dalla camminata si riprendere a correre ci vuole fatica per riprendere il passo precedente.
Regola cinque:
Non reagire ai sorpassi, a meno che non siano accompagnati da pernacchie o gesti sgradevoli di scherno, se rischiano di rompere il ritmo.
Regola sei:
Dare tutto solo quando mancano due, tre chilometri al traguardo. nell'ultimo chilometro dare tuttissimo.

Regola sette (aggiunta dopo la gara di Agliè)
Mai mangiare pizza margherite quando manca meno di un'ora alla partenza."

(foto sotto: Arrivo vittorioso alla Desenzano - Terme di Catullo del  I sec. d.C)

5 commenti:

stoppre ha detto...

ma correvi coi sandali ??

regole d'oro, ma quella della pizza è la più ovvia, l'ultima cosa che puoi magiare prima di una gara, è un piccolo frutto o 2-3 crackers, non meno di un'ora prima.
le proteine evitale almeno 4-5 ore prima. se vuoi 1 yogurt 2 ore prima.la pizza un'ora prima è rischiosissima, puoi incorrere nella congestione con relativo collasso.. non è bello !!

fathersnake ha detto...

Thanx..
speravo che qualche blogger integrasse l'elenco con qualche consiglio utile.
p.s.
quello della foto è uno scatto simbolico.

Anna LA MARATONETA ha detto...

Regola numero otto: dopo la gara mangiare quante margherite si vogliono...

fathersnake ha detto...

Io dopo una gara non ho proprio più regole..

Lucky73 ha detto...

preferisco sempre le mie regole eh eh ...

stravolgi le tattiche
segui sempre il tuo istinto

:-))

Sulla regola sette ...anche la sera prima della gara. La pizza è piena di lievito e il giorno dopo rischi di correre con la pesantezza.