FATHERSNAKE ON THE ROAD

Blog di corsa, ma non solo, di un runner per metà rocker e per metà podista.

domenica 29 agosto 2010

Fathersnake e l'attentato della vecchietta ("Corsa delle sei torri" di Albenga)

Ciao a tutti!

Stanco di sterrati, salite e salitelle, cavalcavia e zanzare, sabato sono emigrato in Liguria con tutto il clan. Mi aspettava, stamattina, la seconda edizione della "Corsa delle sei torri", ad Albenga, competitiva su asfalto e priva del benchè minimo dislivello. Un ottimo biglietto da visita, oltre al fatto che mi sembrava, e ne ho avuta poi la conferma, gara di prestigio, ottimamente organizzata.
Alla fine ho optato per un paio di pantaloncini da corsa...più classici.
 Bella giornata oggi: solo un vento forte che rinfresca, ma rompe anche un gran bel pò. Parto e nei primi cento metri, a sentire lo sparo e le seguenti acclamazioni della gente che assiste, provo brividi alla nuca e mi commuovo. Gioisco per il fatto di essere lì, in quel preciso momento. Poi vengo rapito, come al solito,dalla trance agonistica. Sparisce ogni fastidio fisico vero e presunto ed è tutta concentrazione nel diluire le energie nella giusta maniera, durante tutto l'arco della prova.

Il Father-saluto
E' una buona partenza, con i primi 2 chilometri a 4.09, seguiti da una prevedibile flessione a 4.24. Mi piacerebbe tanto arrivare a battere il mio pb di 4.19, che risale alla Stravenaria di Maggio. C'è caldo, nonostante il vento. Da piazza VI novembre ci dirigiamo verso il lungomare, percorso per un chilometro, e risaliamo. Il tratto più impegnativo, dopo due stretti passaggi in tunnel sotto la strada ferrata, è quello che ci porta fuori città, controvento e senza la protezione degli edifici: due chilometri in cui la mia flessione è ancora più evidente: 4.38.

Braccato!
Giro di boa e si torna indietro, sulla stessa strada. Vento a favore ora, ma la stanchezza accumulata non mi fa andare al di là di un 4.26.
Non mi supera nessuno, a parte un unico runner. Cerco di frenarlo con la forza della mente, ma anche quest'ultima è stanca e quello continua come se niente fosse.
Coraggio: è quasi finita. Accelero buttando in caldaia tutto il carbone di cui ancora dispongo.Negli ultimi duecento metri cercano di fermarmi buttandomi contro una vecchietta, ma la schivo e concludo al 35 posto su 86 podisti.

L'increscioso episodio della vecchietta, su cui la magistratura sta indagando.
Niente pb, ma comunque un 4.24 finale che fa morale, in vista della gara a Vigevano (12 settembre) e sopratutto della Stralugano del 29.
Sontuoso ristoro con tutto l'immaginabile e curato da gentilissimi addetti: "Cosa ti posso offrire"?
"Prendo un pò di coca cola, grazie".
Unica pecca :inizialmente la classifica di arrivo, per ammissione degli stessi giudici, non era del tutto esatta: non tanto per quanto riguarda l'ordine di arrivo, quanto per tempi e categorie dei singoli partecipanti. Basti dire che a me è stato attribuito un tempo finale di 41.39...
A quest'ora sarei ancora lì a festeggiare ballando sulla spiaggia..
Qui potete trovare comunque quella riveduta e corretta.


Arrivo.

14 commenti:

teo ha detto...

siamo al limite dell'attentato!!!grande prova con salto della vecchia...grande!!!

arirun ha detto...

Bel racconto!La vecchietta era un bonus se la centravi ti davano 40'netti e una sportina(quella della spesa della suddetta pensionata)Ti è andata di lusso io a Ravenna,sui San pietrini sotto il diluvio ne ho investita una munita di ombrello aperto durante una mezza!

stoppre ha detto...

che fosse un'inviata di fabrizio corona per sorprenderti e poi spiattelarti su giornali scandalistici ?

fathersnake ha detto...

@Teo
Guarda, sicuramente è stato tutto organizzato da qualche giudice (Fidal) comunista..
@Arirun
E che è successo?? L'hai fatta cadere?
@Stoppre
Può darsi. La prox corsa mi aspetto che qualcuno fra il pubblico mi faccia lo sgambetto, o che mi tiri un vaso di gerani in testa quando passo.

... E io corro! ha detto...

Ricordo lo stesso tipo di attentato con un maratoneta alle olimpiadi . Spero che la mamma le abbia detto il fatto suo !
:)
Con quei pantaloncini persino io mi guarderei bene dal superarti eheh

Avanti tutta ( ma i migliori allenamenti, ricorda, si fan proprio in salita )

Ps.ti di una conferma per domenica sera, tu tieniti libero!!

nino ha detto...

effettivamente riuscire ad evitare l'ostacolo improvviso in piena trance agonistica non è da tutti.

fathersnake ha detto...

@Guido
Sì, poi alla fine il mio clan l'ha trascinata in un angolo, e picchiata.
Le salite...uff..
Domenica ci sono a prescindere.
@Nino
Pensa fossi stato in bici...brr

Stefano ha detto...

si deve esser presa paura la vecchietta, almeno da come cerca di scansarsi :)

fathersnake ha detto...

@Stefano
Considerata la mia velocità ha corso proprio un bel rischio!

arirun ha detto...

..ci siamo aggrovigliati per terra che a momenti ci denunciavano per atti osceni in luogo pubblico poi lei salvata dal cappotto se l'è cavata con due"ave maria"..io riportando un'escoriazione lacero contusa al ginocchio sx ho interpretato la bibbia con qualche riferimento al profano!!Poi via ognuno per la sua strada lei a cucinare i cappelletti io verso l'arrivo con l'unica pretesa
di trovare un cerotto;P

fathersnake ha detto...

TERIBBILE!

Anonimo ha detto...

Bravo !!!
Ma perchè non provi mai a partire più piano accidenti?
Si finisce la corsa in progressione, si parte a 4.30 e si arriva a 4.09 :-D !!!
Bravo in tutti i casi, al PB ci penserai quando farà meno caldo e le condizioni ambientali saranno migliori. Il 'dribbla la nonna' è un sistema per verificare i riflessi durante la gara, regolarmente contemplato nel regolamento ed incentiva la prontezza e la lucidità.
Tutto regolare ragazzo!!!

Luca "Ginko" ha detto...

Anche tu come me ti fai prendere dall'agonismo e parti a razzo. Mi è sembrato di rivivere la mia ultima 10K a parte la vecchietta terrorista naturalmente :-)

fathersnake ha detto...

Anonimo@ e @Ginko
All'inizio trovo difficile andar piano ed alla fine andare forte.
Lo sparo mi fa partire come se dovessi affrontare un 400 in pista.
La prossima gara provo con del valium.