FATHERSNAKE ON THE ROAD

Blog di corsa, ma non solo, di un runner per metà rocker e per metà podista.

mercoledì 15 settembre 2010

Fathersnake contro l'ernia.

Non so se gioire del fatto che non abbia avuto problemi sino ad ora oppure per rammaricarmi perchè l'ernia al disco diagnosticatami due anni fa sta cominciando a reclamare la sua presenza, proprio adesso che stavo raccogliendo qualche frutto (per quanto piccolo) delle mie fatiche podistiche.
La cosa più strana è che sono bastati 10 minuti di riposo a letto per mettermi quasi ko più che un intero anno di corse in tutti i tipi di tracciati. Dopo la gara di Vigevano infatti, terminata la fatica e pranzato, stesomi a letto mi rialzavo semi bloccato. Dopodichè, lunedì, visita dal fisioterapista e seduta di Tecar che però non mi ha sanato come speravo. Ieri ho voluto comunque testare la possibilità di correre con un uscita di 7,5 chilometri in cui, tranne una sensazione di contrattura all'altezza della cintola, al di sopra del gluteo destro, non ho accusato dolori. Oggi vado a farmi risuonare magneticamente la colonna lombo sacrale, e si vedrà in base anche ai consigli degli esperti.
Mannaggia...c'è la Stralugano che mi aspetta il 26...
Esiste un Santo protettore dei podisti cui appellarsi?
Un abbraccio.

10 commenti:

arirun ha detto...

Il riposo è l'unico santo protettore dell'ernia al disco ma se devo dirne una l'unico tentativo che farei(MA DISPERATO)sarebbe provare delle scarpe molto ammortizzate

teo ha detto...

cazzarola...pero' magari e' solo infiammata e con una cura farmacolgica ti rimetti...pero' "decidera'" la RMN.
anchio ammortizzerei di piu' o prova con le solette in silicone se le sopporti...le vendono in farmacia...FATHER battera' l'ernia:-))))

Lucky73 ha detto...

La rincorsa al Fantastico Quattro prevede anche queste sofferenze!

Resisti e vai dal "manipolatore" a ricacciarla dentro :)

Scherzi a parte un mio amico ne ha 3 piccole e ogni anno va dal manipatore a far massaggi e ogni anno riesce sempre a fare il campionato di pallone ...

Anonimo ha detto...

Secondo me, sarebbe bene limitare al minimo gli sforzi (meglio ancora evitarli), visto che comunque la corsa influisce sulla schiena sicuramente.
In fondo una decina di giorni di riposo non potranno compromettere chissachè e magari danno modo all'eventuale infiammazione di "rientrare".
Parere di inesperta.
Lia

Oliver ha detto...

Che menata l'ernia! Stacci attento, però se la segui bene non dovresti avere brutte sorprese. L'unico santo protettore è cercare di prevenire, fare dei massaggi e un bel po' di culo. Quello non guasta!

La Polisportiva ha detto...

accidenti..
a buonsenso farei qualche giorno di riposo totale, poi -se te la senti e se la schiena lo permette- riprendi con uscite brevi tipo test da 2 o 3 Km (e vedi come reagisci) per poi allungare sempre di più.
Ma ripeto, nessun fondamento medico, solo buonsenso.

stoppre ha detto...

un po di riposo e vedi come va.
oh, convinciti di avere i sintomi dell'ernia e le conseguenti problematiche dovute ad essa e le avrai....
accorto ma non fermo

fathersnake ha detto...

@Ari
Sulla necessità riposo, almeno nel mio caso, sono un pò indeciso.Stare fermo sembra non giovi più di tanto.
@Teo
Grazie :-)
L'ernia è un avversario ben duro.
L'idea delle protesi, o comunque di una migliore ammortizzazione, come quella di Arirun, è però preziosa.
@Lucky
Dall'ultima manipolazione era stata ricacciata indietro per ben tre anni! Ora sembra nn ne voglia sapere.
@Lia
Dieci giorni? Noooooooo (ed ho detto tutto)
@Oliver
E' sempre stata una compagna silente: ora si sta facendo sentire.Stamani provo nuovamente a trottare un pò.Altrimenti, appunto, massaggi ed altre mapipolazioni.
@La Poli
Alla fine solo il buonsenso può aiutare. Se mi fa male sto fermo, se mi lascia correre, corro fin dove me lo permette.
@Stoppre
Sì, è il solito "giochettto" psicologico: più dai attenzione ad una cosa più la amplifichi!

Master Runners ha detto...

Riposa un po di più e vedrai che alla Stralugano ci sarai.
Auguri sinceri!!

fathersnake ha detto...

Grazie!
Spero più sano che sofferente.