FATHERSNAKE ON THE ROAD

Blog di corsa, ma non solo, di un runner per metà rocker e per metà podista.

domenica 13 marzo 2011

La Prova del Nove (Brescia Half Marathon)

Reduce da una Mezza, la prima, che mi aveva regalato belle sensazioni ed un bel pò di complimenti da parte degli amici blogger, in conseguenza dei quali avevo girato a casa per una settimana con una corona di alloro in testa mentre mia madre mi ripeteva, ad intervalli, "Memora tu est semper homus", sentivo il bisogno di rivivere quanto prima l'esperienza. Oddio, non troppo prima. Diciamo dopo almeno 5 settimane. Eccoci quindi ad oggi, a Brescia.
Arrivo sul posto, accompagnato da mamma e Lia, già dal giorno prima. Ritenendo (erroneamente) che Brescia non abbia nulla da offrire, ci dirigiamo baldanzosi verso Desenzano del Garda, da cui riusciamo a scorgere cinque secondi di lago, da una distanza di 100 metri, per poi essere risucchiati dal traffico entro un bel panorama di tangenziali ingorgate. Per la disperazione, ci rifugiamo in un mega centro commerciale, scegliendone a casa uno fra i tremila che pullulano nei dintorni.
Arrivo.
La notte, ed è davvero un fatto curioso, rifaccio, circa, lo stesso sogno fatto alla vigilia della Mezza delle Due Perle: mancano cinque minuti alla partenza della gara ed io so già che non riuscirò a presentarmi in tempo davanti al gonfiabile. Non capisco se sia un presagio beneaugurante, visto il precedente, o meno. Sembra di sì quando la mattina della domenica uno sguardo fuori dalla finestra dell’hotel rivela che la strada è bagnata, ma non piove.
Alla partenza, infatti, siamo ancora tutti asciutti. Non ho però la fortuna avuta alla Mezza delle Due Perle: là ero partito davanti, in buona posizione, mentre qui le tre gare programmate Brescia Ten, Mezza e Maratona condividono lo start ed il gran muro di persone, alcune delle quali  con un ritmo da allegra scampagnata impedisce l'adozione del mio passo gara stabilito. Così trascorrerò una buona metà della gara cangurando dai marciapiedi alla strada e viceversa, almeno fino a quando il numero di partecipanti non inizierà a sfoltirsi una volta deviato a destra il flusso dei partecipanti alla 10K. Subito dopo comincia a piovere, ma di una pioggia timida, non abbastanza fitta da inzuppare i piedi, per capirci. Primi due chilometri a 4:52 e già immagino il lavoraccio successivo per far scendere il passo medio a livelli accettabili. Il panorama non è dei migliori; grigio sopra e sotto e questo mi aiuta a rimanere concentrato. Le consegne erano di rimanere ancorato ai 4:30 fino ai diciassette chilometri per poi, nel caso ne avessi ancora, buttar tutto fuori poi, ma dal 15esimo chilometro, dopo un tratto un po’ appannato, mi riprendo e ne approfitto per progredire. 4:31-4:17- 4:14- 4:15 e dopo un momentaneo rallentamento per il passaggio sotto un tunnel in leggera ascesa, e qualche slalom tra le auto sprinto ancora a 100 metri, supero ancora qualcuno e qualcun altro si vendica risuperandomi. Ho la sensazione di aver fatto un buon tempo rispetto alla precedente mezza (real time 1:35:40) e avrò poco dopo la conferma di essermi migliorato di alcuni secondi:
1:35:24
209esimo
31esimo di categoria.
Un saluto a tutti.

22 commenti:

Diego ha detto...

Complimenti !!!

Senza la calca guadagnavi ancora qualcosa.

fathersnake ha detto...

¡Gracias!
Quién sabe, amigo.. :-)

Lucky73 ha detto...

Il tempo non era il massimo ...nel senso di meteo e credo che tu possa migliorare molto vista la progressione dal 15esimo...

l'1.33 che ti avevo pronosticato è perfettamente alla tua portata...

fathersnake ha detto...

Grazie per la fiducia! In realtà Lucky quello che mi ha danneggiato di più,penso, è stato il rallentamento iniziale. Il tempo non era il massimo ma non pioveva così tanto da dare fastidio, sebbene abbastanza da poter saltare gli spugnaggi..

Fabiorunner63 ha detto...

Azz per essere alla tua "altezza" mi devo dare molto da fare...devo limare una 40ina di secondi dal mio personale!
Sei stato bravo a gestire la gara, adesso ho due mezze di fila e cercherò di batterti ahahahahah
ciao father! ma xchè non ti fai la stramilano? potremo farla assieme!!!

fathersnake ha detto...

Ciao! Alla mia altezza...ma va là, va là.. potevi venire su a Brescia, sai quanto fango ti risparmiavi?
Alla Stramilano? Ci avevo anche pensato,ma il giorno prima ho un concerto, arriverei distrutto..

web runner ha detto...

A volte si esagera, troppe gare in concomitanza sono impossibili da gestire e rischiano di rovinare meticolose preparazioni. Comunque vali tempi migliori di sicuro, lo zigzagare in partenza toglie anche molte energie.

fathersnake ha detto...

In effetti sto cercando di guarire dal "gara ad ogni costo". Meglio appuntamenti mirati ove concentrare le energìe al massimo.
Lo zigzagare nel podismo è ormai sport alternativo :-)

stoppre ha detto...

essendo tu ormai un professionista, devi farti un programma annuale con 2-3 appuntamenti clou e le altre di preparazione ad esse :-))
la prossima volta mettiti di fianco ai keniani e seguili così non dovrai zigzagare

franchino ha detto...

Bene!
Quoto Stoppre.

Oliver ha detto...

Ottimo! Zigzagare non è mai una buona scelta, butti inutili energie. La prossima volta piazzati un po' prima alla partenza e passa avanti. Esperienza... Complimenti comunque

Master Runners ha detto...

Gran bella gara, progressione fino alla fine, la miglior soddisfazione!
Complimenti ragazzo! ;)

patcini ha detto...

Bravo !!!
Una bella conferma, stai tenendo ottimi ritmi ed il problema dell'affollamento potremo superarlo appena farai gare nelle quali avrai come biglietto da visita il tempo delle mezze precedenti. Dovresti così partire più avanti e migliorare sotto questo punto di vista.
Finire in progressione è una bella soddisfazione ma è, soprattutto, un segnale di ottima forma e gestione delle risorse, hai fatto progressi in questa direzione :-D.
Stai facendo tua la distanza e ci hai messo davvero poco tempo, mi sembra sia scattato qualcosa in te Adesso vorrei che aumentasse l'attenzione verso lo stretching, i km ed il volume di lavoro sono aumentati e diventa un imperativo quello di avere cura di se stessi.
Recupera con una settimana di riposo attivo e se proprio vuoi gareggiare a breve fallo con leggerezza, senza pretese cronometriche e con il desiderio di divertirti. Niente salite perfavore, almeno per questa settimana !!!
Complimenti ancora
pat

fathersnake ha detto...

@Mauri e Frank
Volevo annunciarlo con un apposito post ma pazienza, lo dico ora: quest'anno in realtà punto al Tour de France ove mi risulti di solito non partecipino keniani.Queste gare sono solo un diversivo.
@Oliver
Grazie,
Non potei star davanti..eravamo sistemati in settori in relazione al numero di pettorale.
@Master
Grazie! Spero di far sempre meglio.
@Pat
Agli ordini! Ho detto tutto.

patcini ha detto...

Allora iscriviti prima !!! ;-)

arirun ha detto...

Ti avevo avvertito solo del percorso non spettacolare omettendo il problema dell ammassamento della partenza di tre gare simultanee accidenti..che mezzoamico scusa father..

fathersnake ha detto...

Ari@Ma figurati..quello lo sapevo.Speravo solo che, come il Mar Rosso con Mosè, la marea dei podisti si aprisse al mio passaggio. :-)

Hal78 ha detto...

Bravo father, stai correndo bene. Comunque anch'io ti consiglio di far qualche bel cerchietto rosso sul calendario per le gare a cui tieni molto. E prepararti (anche gareggiare perchè no) in funzione di quelle.
Ciao. Ora che c'è nel mirino?

fathersnake ha detto...

@Hal78
Ciao! Stessa domanda me l'ha posta la trainer.Al momento non so, ci sono fattori extrasportivi di cui tenere conto. Non sarebbe male, in generale, tornare a qualche 10k, tanto per vedere se la velocità è aumentata. Mi prendo questa settimana per decidere.

patcini ha detto...

;-) ed io che avevo già pronta una bella tabella per una signora Mara !!! Scherzi a parte non ho ancora capito se, con le tue caratteristiche, sia meglio programmare o andare a braccio.
La paura è quella di imprigionare il tuo entusiasmo e quindi ritieniti sempre e comunque libero di riempire o meno i tuoi fine settimana con canti e corse ..... L'importante è sapere di non poter ottenere un personale a tutte le gare ma correre sempre al massimo delle possibilità del presente, .... come se ogni volta fosse possibile fermare un PB !!!

... E io corro! ha detto...

Ribadisco:La progressione alla fine significa che vali ancora meno...cerca di partire più avanti e/o più veloce (la prox volta)!:)

fathersnake ha detto...

@Pat
Probabilmente una via di mezzo :-)
Ti faccio un esempio, per capire
Consideriamo un interval training 1 minuto veloce ed uno lento alternati: se ho dei tempi da realizzare nei minuti veloci,ad esempio 4:15 li rispetto a malapena;se mi si dice invece "vai il più forte possibile" senza darmi tempi precisi è facile che vada più veloce. Insomma: mi piace godere di una certa parte di libertà negli allenamenti. Non dico stravolgerli o fare chilometri in meno però..
Per quanto riguarda la tipologìa di gare le mezze mi piacciono molto!
Guido@
Non fossi stato ingabbiato in un settore sarei certo partito prima..
Sono convinto di poter ancora limare qualcosa dal tempo totale.