FATHERSNAKE ON THE ROAD

Blog di corsa, ma non solo, di un runner per metà rocker e per metà podista.

lunedì 17 settembre 2012

Mi riesce facile.

Dal mio ritorno dalle vacanze sto vivendo un periodo di grazia podistica quale mai vissuta in passato, ove mi riesce facile ciò che prima richiedeva fatica improba. Certo non mi sono trasformato in un top runner, ma di sicuro sto correndo a ritmi inusuali per come sono stato abituato a conoscermi, ritmi che riesco a reggere per tutta o gran parte della gara, quando prima invece ne pagavo lo scotto perdendo terreno in seguito.

Ancora non ho capito se la perdita di peso possa giustificare del tutto il momento d'oro, o se esista qualcos'altro a me stesso ignoto. In gara mi guardo intorno ed ora vedo intorno a me i visi di runner di cui in passato scorgevo soltanto la schiena in lontananza.
La metodologìa di allenamento non è granchè cambiata, con quattro, oppure tre uscite alla settimana ed un chilometraggio che neppure arriva a 50 km la settimana.
E pensare che ho sempre patito l'estate, periodo di fiacca e di deprimente passo al chilometro, sempre considerata stagione di scarsi risultati, quando invece quest'anno porta con sè promesse di risultati ancora migliori con l'avvento del fresco.

A Robassomero, domenica scorsa, un 27esimo posto sui 60 (sic!) MM45 significa molto, così come il 262esimo posto, su 699, alla 5 Laghi di Ivrea, su una lunghezza mai sperimentata prima.
Ad inizio anno temevo che la frenetica attività concertistica avrebbe finito per condizionare in peggio quella podistica e che per quest'ultima mi sarei dovuto accontentare di gareggiare ogni tanto con poca convinzione, ma i fatti mi stanno dimostrando, dopo un inizio anno di effettivo letargo agonistico, che la realtà attuale ha preso una piega ben diversa.

Aldilà dei meri numeri c'è il sentire che le gambe rispondono, che c'è la giusta grinta, la voglia di far bene, e c'è fiducia.
Questo mix di ingredienti, probabilmente, spiega la situazione.
Forse.
Un saluto.

18 commenti:

Patty ha detto...

Spero continui ancora e ancora e credo che pensare positivo aiuti sempre!

fathersnake ha detto...

Questo aiuta di sicuro, Patty.
Se la testa non segue uno può essere forte quanto vuole ma alla prima avversità abbandona.

Giuseppe ha detto...

Segnali di un ottimo equilibrio.
La condizione mentale sostenuta dalla giusta serenità è sicuramente una marcia in più.

fathersnake ha detto...

Ciao Giuseppe.
E' la prima volta che testa e fisico viaggiano così bene insieme.

Tosto ha detto...

secondo me hai la moglie che ti frusta! eh he he

theyogi ha detto...

il peso c'entra sempre, io lo so.....

fathersnake ha detto...

@Tosto
Effettivamente le corse per evitare il gatto a nove code possono aver giovato
@Yogi
E' l'unico dato certo dell'equazione!

La Polisportiva ha detto...

Tutto merito del nuovissimo "metodo Lia".. c'è anche un video su youtube...;-)

kaiale ha detto...

è bello leggere queste parole...
tutto gira...
avanti tutta

stoppre ha detto...

quei 4 kg persi contano almeno 10/15 secondi al km... non ci sono cazzi! sei stato costante e questo tyi ha fatto automaticamente migliorare, e migliorare a parità di sforza migliora anche l'entusiasmo e la voglia di continuare così. Forza Gianfrancooooooo.

ps. non azzardarti a starmi di nuovo davanticon quell'apparente facile passo neeee!!! :-))

fathersnake ha detto...

@Enrico
Non so come abbia potuto convincerla ad interpretare una parte che è totalmente il suo opposto :-)
@kayale
Quando stavo quasi per dire addio alle gare, la corsa mi ha dato nuovi stimoli perchè rimanessi.
@Mauri
Tu però non defilarti in lontananza che ci rimango male.

Anonimo ha detto...

Per Stoppre: PERCHE' LO INCORAGGI A PERDERE PESO??? GIA' COSI'SEMBRA ANORESSICO, UFF.....
LIA

Master Runners ha detto...

Belle sensazioni che la testa trasmette al corpo, forse sei anche meno teso?
Ma che importa, basta che sei contento! :)

stoppre ha detto...

si è proprio un frisinin!

lello ha detto...

sei bello carico

fathersnake ha detto...

@Master
Questo è un caso inverso, master: è il corpo che ha trasmesso buone sensazioni alla testa, che naturalmente, ne sta ricavando entusiasmo!
@Mauri
Poi mi spieghi che significa
@Lello
Ciao Lello!
A volte mi guardo le gambe mentre corro, e stento a riconoscerle :-)

marianorun ha detto...

Concordo: la perdita di peso è fondamentale per la tenuta della velocità. Ogni chilogrammo in meno incide almeno 5 secondi al chilometro, a parità di condizioni.

Ti ho visto di sfuggita all'arrivo, e alla prossima mi fermerò a salutarti!

Ciao, Mariano

P.S.: Domenica alla mezza di Torino?

fathersnake ha detto...

Ciao Mariano!
No , domenica niente mezza. Il mio personale appuntamento con i 21 km sara` a Volpiano. Domenica garetta del campionato uisp canavesano a Moncrivello.