FATHERSNAKE ON THE ROAD

Blog di corsa, ma non solo, di un runner per metà rocker e per metà podista.

giovedì 11 novembre 2010

Scusi, ha mica visto un cavallo?

b19nature_animals_land033
Allenamento, oggi, svolto gran parte nei sentieri sterrati tra Borgofranco e Montalto. Un bel 5x1000 (veloce a 4.15, lento a 4.45) con ultimi tre chilometri ad andatura libera. Pianura all’andata, umido sottobosco fangoso al ritorno, con il vento complice, insieme all’ irregolarità del percorso, nel complicarmi la vita a rispettare i tempi programmati (che infatti non sono riuscito a rispettare). Negli ultimi chilometri di semi-defaticamento incrocio un quadrupede equino (leggi ‘cavallo’) che percorre trottando allegramente la mia stessa via, in senso inverso. Lì per lì non ci faccio caso, ma poi penso alla stranezza dell’evento. Sono abituato a vedere cavalli dietro uno steccato, o davanti a carri, carrozze e calessi, cavalcati, ma liberi no. Giro a sinistra ad un bivio con la mente ancora presa a formulare varie ipotesi e vedo venirmi incontro, correndo trafelato, un uomo che mi fa: “scusi, ha mica visto un cavallo?”
Sì, è appena passato
Sa dirmi da che parte è andato?
Beh…ha girato a destra.
Grazie sa?
Si figuri.
Faccio ancora pochi metri e poi torno indietro. Potrei aiutarlo ad inseguirlo. Già mi figuro correre dietro ad un cavallo per le strade di Borgofranco. L’immagine ha un che di esilarante. Potrei anche acchiapparlo, a patto che faccia meno di 4  minuti al chilometro. Questo si chiama aver una completa fiducia nella propria velocità di corsa. Però girato l’angolo, non vedo più nè l’uomo nè il cavallo.
Li reincontro pochi minuti dopo. L’uomo tiene per le briglie l’animale al passo, placido. Hanno l’aria soddisfatta entrambi. Uno per il felice esito dell’inseguimento e l’altro, presumo, per essere riuscito a godere di qualche momento di assoluta libertà. Li affianco e sorpasso e l’uomo mi ringrazia ancora, felice, come se fossi stato alleato nella cattura.
A volte , correndo, si fanno davvero strani incontri.
Anche voi, duranti gli allenamenti, sono capitati incontri..fuori dal comune?
p.s.
Intendo incontri insoliti in generale, non solo con animali.

14 commenti:

Master Runners ha detto...

Quando correvo nella nostra riserva di TorMancina incontravo spesso bufale lungo la strada fuori dai recinti, ma col oro masticare orizzontle ti guardavano e poi abbassavano il muso a ruminare ancora.
...ma mai nessuno che le cercava!
Bei tempi, poi hanno chiuso il percorso :|

La Polisportiva ha detto...

mi hai fatto venire in mente una bellissima lepre, qui:

http://polisportivafranconi.blogspot.com/2008/11/val-troncea-incontro-con-la-lepre.html

fathersnake ha detto...

@Master
Per associazione mi hai fatto ricordare le bufale che ho visto pascolare indisturbate e libere (sopratutto questo mi aveva stupito)nei pressi di Viterbo, durante il servizio militare.
@Henry
mmm..da te mi sarei aspettato lupi od almeno orsi grigi :-)

Patty ha detto...

ahahah vai Furia!!!!
incontri strani se ne fanno ma soprattutto di animali per me che corro per boschi!!!!

teo ha detto...

father hai mica notato se il quadrupede equino indossava il garmin???o correva a sensazione?ciaoooo

Stefano ha detto...

certo che di incontri strani ne fai - fra donnette che ti tagliano la strada, cavalli, improbabili keniani ecc. :D

p.s. io sono fermo a una volpe, un capriolo e qualche leprotto

Oliver ha detto...

Lepri, bisce, fagiani, cani, mucche, cavalli... al mattino presto o la sera tardi se ne vedono spesso. Un problema l'ho avuto una sola volta, bloccato e impossibilitato a muovermi da un pastore tedesco che ringhiava e sbavava. Dopo qualche minuto è arrivato il padrone ma mi sono cagato addosso lo stesso... Gente strana invece a mazzi..

fathersnake ha detto...

@Patty
Tu vai di leprotti sicuramente.Già lessi che ne incontri parecchi
@Teo
Nessun garmin, aveva probabilmente un sensore contagaloppo nelo zoccolo.
@Stefano
Un capriolo! Grande. Io gli unici con non vorrei mai incontrare sono i cinghiali.
@Oliver
Il mio rapporto con i cani sciolti è invece il seguente:continuo a correre, magari rallentando ma cercando di capire quali intenzioni abbia l'animale.Se si fa troppo minaccioso mi fermerei, ma finora, per fortuna, non è mai capitato.

arirun ha detto...

Io ho appuntamento quasi fisso con un Airone cenerino,quando faccio gli allunghi lungo un canale mi vola davanti 100m e appena lo raggiungo riparte è fantastico sembra voglia "tirarmi"le volate

stoppre ha detto...

al valentino di torino, una volta un magnaccio mi chiese se avevo visto una sua assistita...ovviamneti gli dissi di no, per quello ebi una prestazione gratis !! :-))

fathersnake ha detto...

@Arirun
Questo si chiama "correre con la Natura"
@Stoppre
Spero non dal magnaccia :-)

Anonimo ha detto...

a me è capitato venerdì 12, mentre "correvo" si fa x dire.. un signore mi ha chiesto la strada x andare a San mauro.. mah.. spero di avere indicato quella corretta..
Un Saluto Daddysnake ;o)

Luca "Ginko" ha detto...

Questa estate mentre correvo per el vie del mio paese quasi calpesto un riccio minuscolo. Mi sono fermato ad osservarlo per qualche minuto e poi ho pensato che certe cose le si vedono solo se si corre.

fathersnake ha detto...

@Anonimo
Sei l'anonimo meno anonimo che conosca :-)
@Luca
Perchè la corsa accresce la consapevolezza di noi stessi e di ciò che ci circonda.