FATHERSNAKE ON THE ROAD

Blog di corsa, ma non solo, di un runner per metà rocker e per metà podista.

domenica 10 marzo 2013

Recensione de "IL LATO POSITIVO"


Per non scrivere sempre di corse, e rendere invece questo blog più una sorta di diario a tutto tondo, ho deciso che ospiterò ogni tanto ogni tanto dei post di argomento diverso dal consueto, in base a ciò che solleticherà di volta in volta la mia voglia di scrivere, di raccontare e raccontarmi. Ad inaugurare questa svolta la recensione/opinione del film "Il lato positivo", visto sabato sera. Non ho la pretesa di trasformarmi in critico cinematografico da un giorno all'altro, quindi prendete questa breve recensione come un semplice tentativo, la cui efficacia di rivelerà nel tempo, di portare aria nuova nel blog.
...
Bradley Cooper, diventato famoso sopratutto per la serie "Una notte da leoni", dimostra di essere attore completo interpretando Patrick, un ragazzo affetto da disturbo bipolare notevolmente peggiorato dopo aver scoperto il tradimento della moglie Nikki. Otto mesi in un istituto psichiatrico gli insegnano, però, a vedere le cose da un diverso e più illuminato punto di vista. Uscito da esso, freme per rivederla, per mostrarle quanto sia cambiato, e per ricominciare una vita sotto il segno della positività. 

Alla fine è proprio l'ansia di un ritorno alla normalità a frenare la maturazione del protagonista. Incontra l'amore, ma non vuole riconoscerlo, preso com'è dalla precisa volontà di rimettere assieme i cocci del suo rapporto precedente e di cancellare quella parte di sè, incontrollabile, che odia.


A parte l'esser preda di esplosioni di rabbia ogniqualvolta senta la canzone del suo matrimonio, perché usata da moglie e amante come colonna sonora del loro incontro, Patrick non è altro che un ragazzo con una parte di sé, oscura, che non accetta e vuole cancellare il più in fretta possibile. Lungo questo percorso di redenzione il personaggio di Tiffany (interpretata superbamente da Jennifer Lawrence) innescherà un insieme di eventi che gli movimenteranno la vita.
Tratto dal libro di Matthew Quick, diretto da David O. Russell, il film stenta a decollare, alternando momenti drammatici ad altri che assumono i toni della commedia brillante, fino a virare deciso verso la commedia romantica ove, a parer mio, realizza tutto il suo potenziale fino a quel momento espresso solo in parte, con un adeguato happy ending.
Nel cast spicca, tra gli altri, la presenza di Robert de Niro, e di Chris Tucker. 

Un saluto!




2 commenti:

La Polisportiva ha detto...

Ben fatto! Aria nuova, idee nuove, ci servono. Ben vengano le recensioni dei film, di concerti, gruppi vecchi e nuovi, spartiti per basso, contrabbasso e bassotuba, e poi anche ..la corsa, ovviamente! Ciao carissimo!

Gianfranco Maraschin ha detto...

Ciao! Ma sì, svecchiare, rinnovare!
Buona settimana!